venerdì 3 ottobre 2014

Crostata con frolla etoile, crema chantilly e amaretti!

 E chi non ha mai provato la pasta frola etoile?
 Io si, la uso spesso soprattutto per i biscotti...
E' una frolla friabilissima e burrosa, insomma come piace a me...
L'idea delle crostate è nata per pigrizia, avevo questa meravigliosa frolla in frigo gia' da un po' ma non avevo nessuna voglia di mettermi con stampi e stampini per fare i biscotti, ultimamente sono stata impegnata con dei lavori di casa faticosissimi e quindi sono un po' stanca, aggiungo che si avvicinano i giorni della vendemmia e solo il pensiere mi ditrugge!
Sebbene sia un momento magico e di festa ricordo che chi vive la vendemmmia da agricoltore è soprattutto un momento di lavoro, di lavoro pesante, di certo non è una passeggiata, considerate che io mi occupo del mio vigneto da sola insieme a mio marito e quindi oltre ad occuparmi di due case, due figlie sgobbo spesso come un uomo! 


Ecco gli ingredienti...

Pasta frola etoile...

mezzo chilo di farina 00
80 gr di tuorli d'uovo
300gr di burro 
200gr di zucchero
vaniglia 
Per la crema

mezzo litro di latte intero
un uovo 
60 gr di farina 
vaniglia
90gr di zucchero 


A parte mezzo litro di panna da montare
amaretti
Ho messo farina e burro nella planetaria e ho fatto sabbiare, poi ho aggiunto zucchero e tuorli..
Lasciato riposare in frigo qualche giorno...
Lasciato a temperatura ambiente un paio di ore prima di utilizzarla!
Ho steso la frolla e bucherellato con una forchetta, ho infornato a 180 gradi, sono venute due crostare rotonde da 26 cm e una rettangolare unpo' piu' piccolina (stampo da plimcake)!


Per la crema

Messo tutto nella pentola e fatto addensare...
Alla crema gia' fredda ho aggiunto mezzo litro di panna montata, ho montato insieme i due composti...
Ho farcito le crostate e cosparse con amaretti...