domenica 9 novembre 2014

Arancini....

L'arancino è il pezzo di tavola calda preferito da noi Catanesi... 
Di forma rotonda, ovale o a punta in base ai condimenti...
L' arancino non è solo un involucro di morbido profumato riso, l'arancino è un'esperienza mistica, al primo morso si avverte la sensazione di croccantezza della copertura di pangrattato e il profumo di burro del riso, al secondo morso si rivela il condimento, il preferito al ragu', quindi comincia il vero godimento...
Qualche settimana fa' mio marito mi annuncia una partenza di lavoro, mi comunica che sarebbe  andato in Francia per 15 gg... I giorni precedenti al viaggio sono stati di molta apprensione, dall'ultima volta che è stato in Francia la cosa che ricorda sono i formaggi poco profumati e la sensazione di fame prima di andare a dormire, diciamo che abituato ad un altro standard culinario qui a casa era in ansia, insomma aveva paura di morire di fame... La seconda cosa che mi ha detto dopo "parto per la Francia" è stato al mio ritorno mi fai trovare gli arancini? Ovviamente lui sa benissimo che se non avessi acconsentito io si sarebbe prestata molto volentieri sua suocera alias mia mamma.... 
Ad ogni modo sono per me è stato un piacere porteli preparare sia per lui che per Elena che li adora!

Ingredienti....

1chilo di riso
 (la scelta del riso è importantissimo si utilizza il riso ORIGINARIO PER MINESTE E TIMBALLI)
2 litri e mezzo di acqua
6 dadi (non temete non sono troppi)
una cipolla tagliata in 4
due bustine di zafferano
100gr di burro
Pangrattato circa 600 gr


Pastella
 500gr di farina
600gr di acqua

Per il condimento 
Ragu' 
oppure quello che preferite...


Mettere in una pentola l'acqua, lo zafferano, il burro, i dadi e la cipolla...
Lasciate sciogliere i dadi , aspettare che l'acqua prenda bollore e versare il riso , a questo punto abbassate la fiamma al minimo e occupatevi di altro...
Il riso si cuocera' da solo, piano piano assorbira' tutta l'acqua, non è necessario mescolare...
Appena il riso avra' assorbito tutta l'acqua io alzo la fiamma e lo faccio asciugare ulteriormente mescondando di continuo, appena il riso è abbastanza asciutto lo verso in un pirofila di vetro e lo lascio raffreddare
Io in genere preparo il giorno prima sia riso che ragu'...
Appena il riso sara' freddo prenderne un pugno appiattirlo sul palmo della mano e mettere un po' di ragu' o altro condimento, chiudere con altro riso e formare una palla oppure una piramide e porre su un vassoio...
Appena si saranno formati tutti gli arancini preparare la pastella come prevede la ricetta originale, passare gli arancini prima nella pastella e successivamente nel pangrattato, friggere!